Eleonora Duse nella collezione di Lee Strasberg

La Fondazione Giorgio Cini di Venezia possiede un archivio permanente che rappresenta, ad oggi, la colle­zione più ampia e completa di documenti sulla vita e sull’arte di Eleonora Duse, la grande attrice italiana.

All’interno di questa importante collezione conflui­scono diverse donazioni che, tra gli anni ‘60 e gli anni ‘80 del Novecento, hanno dato vita ad altrettanti fondi d’archivio.

Da qualche giorno nei locali della Fondazione. nella suggestiva stanza di Eleonora Duse a San Giorgio, è stata presentata la nuova collezione che andrà ad arricchire quella già cospicua di origine. Si tratta di una serie di documenti, lettere e autografi dell’attrice raccolti da Lee Strasberg, direttore dal 1901 al 1908, dell’Actors Studio di New York e poi donati alla Fondazione Cini dalla famiglia Alliata che li aveva ereditati da Anna Strasberg, moglie di Lee.

Il corpus occupa le quattro teche centrali: documenti e testimonianze conservate da Strasberg che amò profondamente la Duse perché le sue rappresentazioni teatrali gli cambiarono il modo di concepire il teatro che tramanderà ai suoi allievi dell’Actors Studio.

La mostra è visitabile solo su prenotazione: 041 2710236.

 

Le promocard inedite sull’Expo del 1906

Nei mesi della grande Expo di Milano del 2015, CHARTA rievoca – con una nuova serie inedita di 6 Promocard firmate da Plinio Codognato – la grande Esposizione Internazionale di Milano del 1906, che in occasione dell’apertura del traforo del Sempione celebrò i Trasporti.

Riportiamo un articolo di Enrico Sturani da Charta 140 dedicato al famoso grafico e le immagini delle Promocard. La prima è in allegato al numero 140, le altre a seguire fino al numero 145.

Per avere la collezione completa delle Promocard potete consultare tutte le serie già pubblicate

 

Nato a Verona nel 1878 uscì dalla locale Accademia d’arte a fine secolo; aveva imparato quanto basta per dare una pedata a pennelli e orpelli, ad allegorie e a voluttuose matrone liberty. Passò alla grafica promozionale.

Stando a Verona, sede di una famosa Fiera di cavalli, cominciò di lì: al primo manifesto – e cartolina (1904) – ne seguirono per un quarto di secolo una dozzina d’altri; in nessuna, come cavallerizzi, vediamo Mercurio, ma semplici cavallari; in nessuna piacenti cavallone, ma autentiche, focose giumente.

La sua visione disincantata trovò sfogo sia nello humor dell’esplicita satira che nel “witz”, tra burlesco e caricaturale, dell’immagine pubblicitaria: si pensi alla trovata della “p” elasticamente stirata che divenne il logo stesso della Pirelli. Ma seppe stare all’altezza anche quando i soggetti (come l’aeronautica) richiedevano lo stile ufficiale più allegorico.

 

Continua a leggere

Charta 140 è stato pubblicato

Charta 140 è uscito nelle librerie e nel nostro negozio online!

 

Tallone e gli scrittori del Novecento

 

Dal 17 giugno al 30 settembre l’archivio del Novecento dell’Editore Tallone per la prima volta sarà esposto nelle nuove sale Spazio900 della Biblioteca Nazionale in una esposizione dal titolo: I talismani dell’editoria. I Tallone e gli scrittori del ’900.

Alberto Tallone è uno dei più raffinati editori del Novecento, creatore di un’impresa simbolo dello stile italiano che, di fronte a un’editoria di massa, si è affermato nel corso dei decenni per l’eleganza ed essenzialità della veste tipografica, per le tirature limitate, per i testi composti a mano su carte di pregio.

La Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, nel quinto centenario della morte di Aldo Manuzio (1515-2015), gli dedica una mostra proponendo per la prima volta al pubblico il tema del rapporto dell’editore con gli scrittori moderni e contemporanei, esponendo autografi, documenti inediti, lettere, bozze di stampa provenienti dal ricchissimo archivio della famiglia Tallone.

 

orario: lunedì-venerdì 10.00-18.00, sabato 10.00-13.00, ingresso gratuito

Inaugurazione: mercoledì 17 giugno, ore 17.00

La mostra di Pinocchio al MUSLI

Dopo la presentazione a Firenze e in attesa di essere presentato in autunno a Parigi all’Istituto Italiano di Cultura, oggi, 9 giugno 2015 e fino al 2 luglio il MUSLI – Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia ospita una mostra dedicata al nuovo Pinocchio dell’Editore Tallone di cui vi avevamo già dato notizia.

La mostra permette di ammirare le pagine in metallo meticolosamente composte con i caratteri utilizzati per la stampa (ci sono voluti circa 12 mesi per le oltre 300 pagine del libro) e le opere originali realizzate per l’edizione da diversi artisti, tra cui Fulvio Testa, Luigi Stoisa, Stefano Faravelli, Ezio Gribaudo e Gianfranco Schialvino, che, ispirati a episodi diversi della fiaba, contribuiscono ad arricchire questo nuovo Pinocchio slanciato e dalla forte identità, in omaggio a Collodi che, infischiandosene di tutti i vincoli e i formalismi, sgombrò il campo dalla vecchia pedagogia barbosa e pedantesca, rinnovando la letteratura per l’infanzia (e non solo).

Charta 139 è stato pubblicato!

Charta 139 finalmente è acquistabile nel nostro bookshop

Corsi sul Libro

Iscrivetevi alle Cattedre Ambulanti, i nostri corsi itineranti del 2015

segreteria@novacharta.it 

tel. 0415211204

ABBONATEVI ORA

MERCATINI

I mercati piccoli e grandi che si svolgono in tutta Italia nascondo spesso occasioni e opportunità interessanti. Eccovi il link che vi permetterà sempre di sapere dove si trovano i mercatini più interessanti. ACCEDI
c\\\'era una volta